ESTETISTA

 

REQUISITI:

  • Diploma biennale +  diploma di specializzazione estetica  rilasciato da istituti riconosciuti dalla Regione
  • Esperienza lavorativa qualificata  di almeno un anno presso uno studio medico o un’impresa da estetista successiva ad un periodo di apprendistato
  • Esperienza lavorativa qualificata di almeno 3 anni in qualità di dipendente  o collaboratore familiare presso un’impresa da estetista seguiti da un corso regionale di formazione teorica

ADEMPIMMENTI AGENZIA DELLE ENTRATE:

Codice attività:960202 Servizi degli istituti di bellezza

Partita Iva: E' necessaria per l’ inizio attività


ADEMPIMENTI CAMERA DEL COMMERCIO:

Cosa serve: D.I.A.P. dichiarazione di inizio di attività produttiva ad effetto immediato con la compilazione del MODELLO A (Esercizio nuovo o trasformato)  o del Modello B (Esercizio in subentro) e ella scheda tecnica N’3 (Previa abilitazione professionale rilasciata dalla Commissione Provinciale Artigianato)

Dove rivolgersi: Comune

 

ADEMPIMENTI INPS:

Iscrizione alla gestione speciale degli artigiani - Procedimento: L’iscrizione avviene presso gli sportelli polifunzionali istituiti istituiti presso ogni sede dell’INPS della camera di Commercio dell’Inail  della Commissione Provinciale dell’artigianato e dall’Amministrazione finanziaria.

La decisione dell’iscrizione spetta alle Commissioni dell’artigianato.

I documenti necessari sono:modello ARCO 1 per le ditte individuali e Arco 2 per le società. La domanda deve essere presentata  al Registro delle Imprese presso la Camera di Commercio della provincia di competenza entro trenta giorni dall’inizio dell’attività lavorativa.

Essa si presenta sia per il titolare che per eventuali coadiutori familiari.

La Camere di Commercio trasmette periodicamente all’INPS i dati dei soggetti da iscrivere nella gestione speciale per i commercianti.

La decisione  sull’iscrizione del titolare e dei familiari coadiutori delle imprese commerciali spetta all’ INPS.

Gli adempimenti amministrativi  previsti per l’iscrizione saranno sostituiti da un’unica comunicazione on-line al Registro delle Imprese che avrà effetto anche ai fini previdenziali e assistenziali.

L’ importo dei contributi si calcola in base al reddito dell’impresa che è costituito dalla totalità dei redditi d’impresa denunciati ai fini IRPEF per l’anno al quale i contributi si riferiscono.

Poiché non è possibile conoscere in anticipo quali sono i redditi che verranno prodotti nel corso dell’anno il versamento va effettuato sulla base dei redditi d’impresa dichiarati l’anno precedente.

Nell’anno successivo andrà effettuato un versamento a conguaglio tra gli importi versati in acconto e quelli da versare in base al reddito effettivamente prodotto.

Il contributo entro limiti e massimi stabiliti annualmente in base agli indici Istat.

 

 

 

 

 

 

<<