ADEMPIMENTI PER LA COSTITUZIONE DI UNA SOCIETA' DI PERSONE


 

 

Per costituire una società di persone occorre: 


1. Redigere l’atto costitutivo per atto pubblico o per scrittura privata autenticata, recandosi dal notaio per l’autentica delle firme; 

2. Il notaio registra l’atto costitutivo e iscrive la società nel Registro delle Imprese; 

3. Si fa richiesta del numero di Partita Iva e l’attribuzione del Codice Fiscale; 

4. Si richiedono eventuali permessi comunali, licenze amministrative e permessi sanitari ecc…; 

5. Si comunica l’inizio dell’attività alla Camera di Commercio e nel caso in cui l’attività svolta è di tipo artigianale si provvede all’iscrizione nella sezione dell’Albo degli Artigiani; 

6. Si comunica all’INPS l’iscrizione dei soci per il pagamento dei contributi previdenziali eventualmente dovuti; 

7. Iscrizione all’INAIL se l’attività svolta è soggetta ad uno dei rischi da assicurare contro gli infortuni. 


La richiesta della partita Iva e le altre comunicazioni, comprese le iscrizioni e tutti i vari adempimenti amministrativi per costituire la società di persone devono essere effettuate per via telematica e possono essere delegate al Dott. commercialista Michele Marangelli.





ADEMPIMENTI PER LA COSTITUZIONE DI UNA SOCIETA' DI CAPITALI


 

 

Per costituire una società di capitali (gli adempimenti possono variare a seconda del tipo di società che si intende costituire) occorre: 


1. Definire il tipo di società di capitali rispondente alle proprie necessità e formalizzare le regole che disciplineranno la società ed i loro rapporti nella stessa (bozza di statuto); 

2. Recarsi dal notaio per redigere l’atto costitutivo per atto pubblico; 

3. Procedere al versamento del capitale sottoscritto; 

4. Registrazione dell’atto (a cura del notaio) che viene depositato presso il Registro delle Imprese (CCIAA) e iscrive così la società; 

5. Chiedere l’attribuzione della Partita Iva che vale anche come Codice Fiscale; 

6. Munirsi se necessario dei permessi comunali, sanitari o delle eventuali autorizzazioni e licenze, etc…; 

7. Comunicare l’inizio attività alla Camera di Commercio; 

8. Iscrizione all’INAIL se l’attività che si svolge è soggetta ad un rischio per il quale si è tenuti all’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro.

 

 

 

 

 

 

 

 

<<